RICEVI LA NEWSLETTER

Le stime per la prossima campagna olivicola olearia


Previsto un calo della produzione mondiale dell'olio d'oliva. Le stime indicano una diminuzione del 5%.

Principalmente la Spagna che, dopo il boom dell'anno scorso, vedrà una campagna di scarica, dovuta a condizioni meteo avverse in gran parte delle aree maggiormente produttive.

  • In Italia ci sarà la riscossa della la Puglia, dove si attende una campagna di carica, soprattutto nella zona di Andria e nel foggiano. Nelle altre regioni si prevedono produzioni a macchia di leopardo e poco brillanti.

  • In Grecia si prospetta una buona annata. La qualità sembra buona, soprattutto a Creta.

  • La Tunisia dovrebbe registrare un record produttivo a 350 mila tonnellate. la produzione appare di buona qualità.

  • In Portogallo, si stima una produzione da 140 mila tonnellate, Con olio nuovo di buona qualità.

  • In Turchia la campagna olearia potrebbe stimarsi in 180 mila tonnellate di produzione.

Le stime è chiaro che non tengono conto delle future condizioni climatiche e degli imprevedibili attacchi di mosca delle olive.

Copyright AgrimagNews 2020