RICEVI LA NEWSLETTER

È l'intera agricoltura europea a rischio senza l'erbicida Glifosato. La commissione europea lo sa!


La Corte di Giustizia dell'Unione europea ha sentenziato l'assoluta liceità nell'utilizzo del Glifosato, affermando che non sussistono validi e fondati motivi per ritenerlo cancerogeno.

A essere presi in considerazione nella deliberazione del tribunale, la valutazione dei rischi derivanti dall’utilizzo del prodotto, i dati sulle procedure dei test effettuati, gli studi forniti dalla Monsanto per l’autorizzazione all’immissione nel mercato, la verifica da parte delle autorità competenti e l’accessibilità di tale documentazione al pubblico.

A riaprire il caso è stata la causa presentata dal Tribunale penale di Foix (Francia) dopo la protesta dei “Mietitori volontari anti ogm dell’Ariège”.

Le incertezze scaturiscono anche dal mondo della ricerca e istituzionale che si divide sulla pericolosità del Glifosato. Nel 2015 l’ Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, aveva concluso che la soluzione di erbicidi è "probabilmente cancerogena per l'uomo". Una posizione non condivisa dall’EFSA che invece pubblica una valutazione che contrasta: il Glifosato non sarebbe genotossico e non rappresenterebbe un rischio.

Copyright AgrimagNews 2020