RICEVI LA NEWSLETTER

I cambiamenti climatici modificano l’industria vinicola mondiale. Il report di Prowein business 2019


Il focus dell’indagine di quest’anno di Prowein business 2019, è stato l’impatto dei cambiamenti climatici sull'industria vinicola mondiale.

Lo studio ha interessato l’intera catena del valore del vino. Tra gli intervistati, sono stati coinvolti produttori di vino (aziende vinicole, cantine, cooperative) nonché intermediari (esportatori ed importatori) e commercianti (grossisti, rivenditori, hotel e gastronomi).

Tra le opinioni emerse dal sondaggio: il 73% degli intervistati prevede impatti concreti, sulla propria attività, derivanti dai cambiamenti climatici; i produttori di vino puntano su varietà di viti adattate dal punto di vista climatico e su nuove pratiche enologiche; contrariamente alle tendenze climatiche, i consumatori fanno affidamento sui vini leggeri e rinfrescanti; la sostenibilità economica ed ambientale è di fondamentale importanza per il futuro del settore. Intervistati sull'attuale attrattiva del mercato, gli esportatori ed i produttori di vino considerano la Scandinavia, con i Paesi leader Norvegia e Svezia, come il mercato di esportazione più attraente al mondo. Il Giappone, la Cina, Hong Kong, gli Stati Uniti, il Canada e la Polonia seguono nelle classifiche successive. A seguito della questione Brexit, la valutazione del mercato britannico è stata ridotta ad un nuovo minimo storico.

Copyright AgrimagNews 2020